/ Sustainability

Io Vs i detersivi

L'idea di buttare nelle acque di scarico prodotti per la pulizia contenenti un sacco di ingredienti di natura industriale non mi fa sentire bene. Al di là del puro aspetto ecologico, vorrei anche evitare l'uso quotidiano e superfluo di cosmetici o prodotti per la casa che contengono lunghe e complesse liste di ingredienti. Di fatto, più prodotti si usano e maggiore è la dose cumulativa di "composti chimici" che l'organismo assorbe nel corso della giornata.
Gli effetti a lungo termine sulla persona e sull'ambiente, nonché l'effetto combinato di un insieme di composti, non è ancora studiato a fondo per cui è meglio riflettere ed essere cauti.

Ridurre i cosmetici?: la società ci ha convinto che, per vivere sani ed essere accettati dagli altri, dobbiamo necessariamente usare, tutti i giorni, innumerevoli prodotti detergenti. La scelta di prodotti disponibili riempie le corsie di un supermercato, e la pubblicità pressante ci induce ad acquistare e usare tutti i giorni smodate quantità di creme, lozioni, prodotti di igiene orale, e via dicendo. I rischi per la salute e l'impatto ambientale che genera questo tipo di atteggiamento, se praticato da milioni di persone, non viene assolutamente messo in discussione, ma viene anzi abilmente glissato. Al contrario, se qualcuno osa a porsi il problema e pensare di fare diverso, viene subito etichettato come "ribelle", "hippie", "particolare", "diverso", e pure "zozzone". Il che è abbastanza ingenuo dato che, se non altro, evitando di essere dipendenti da tutti questi prodotti si può pure risparmiare una discreta somma di denaro. In un periodo di incertezza economica come questo dove certamente molte famiglie faticano a tirare avanti.

Io continuo a non glissare questo problema e anzi ci rimugino su.
Mi chiedo se potrei ridurre questo uso smodato di prodotti almeno riducendone l'uso a quelli essenziali, magari preparandoli per conto mio usando materie prime la cui lista di ingredienti "la posso capire". Così facendo ridurrei il mio impatto sull'ambiente, e forse non andrei ad aggiungere di mano mia ulteriori agenti stressanti al mio corpo, se non necessario.

"Se la lista di ingredienti in un prodotto cosmetico è troppo lunga e non la riuscite a capire, riflettete se è proprio necessario fare entrare questo prodotto nella vostra vita"

Pensare a delle alternative fattibili

Ho incominciato a pensare a possibili alternative "fai da te" ai prodotti commerciali che uso abitualmente in casa. A riguardo di prodotti cosmetici, gli uomini normalmente hanno meno esigenze riguardanti prodotti di bellezza (anche se non tutti quanti...). Le donne chiedono statisticamente più cosmetici. La mia lista di prodotti femminili di uso abituale è comunque abbastanza scarna rispetto alla "donna comunemente considerata standard". Non mi trucco abitualmente, e non applico creme, lozioni varie, profumi, balsami, eccetera, quindi il lavoro per me stessa è notevolmente semplificato. Anche il mio uomo ha pochissime esigenze.

A riguardo dei prodotti per la casa, però, pur non usando una lavastoviglie (che tipicamente richiede pastiglie detergenti specifiche), non stirando (lo "stira e ammira" a casa non c'è!) o non avendo particolari esigenze di cura di diversi tessuti e facendo una vita piuttosto semplice, la lista è comunque bella lunga. E' incredibile quanti prodotti designati specificamente per scopi molto precisi ci siano.

Stilando questa lista mi sono chiesta cosa è strettamente necessario, cosa è bello avere (ma superfluo), e cosa invece è perfettamente inutile. Questo poi ha permesso di fare una selezione per andare a lavorare e pensare a delle alternative 'fai da te' oppure ad altre alternative a minore impatto ambientale. Indubbiamente la mia esperienza nel "backpacking" e trekking plurigiornalieri mi ha notevolemnte aiutata in questo compito.

La lista prima del "cambiamento"

  • Sapone liquido per piatti
  • Sapone liquido per la lavatrice
  • Disinfettante per vestiti
  • Candeggina
  • Pulitore per il bagno
  • Pulitore per la cucina
  • Pulitore specifico per i vetri
  • Sapone per pavimenti
  • Sapone per il WC
  • Saponetta da bucato (tipo "marsiglia")
  • Pasta abrasiva per pulire macchie molto difficili in cucina
  • Shampoo per capelli
  • Bagnoschiuma
  • Sapone intimo
  • Saponetta per le mani
  • Dentifricio
  • Deodorante commerciale

Dopo essersi posti il problema, ecco lo status attuale
Al momento non sono ancora riuscita a sostituire tutto con preparati fatti in casa, ma ho eliminato un po' di prodotti inutili. E' un processo che richiede tempo e sperimentazioni.

Prodotti cosmetici e di pulizia che acquisto:

  • Sapone liquido per piatti (ecologico)
  • Sapone liquido per la lavatrice (ecologico)
  • Saponetta di tipo "Marsiglia"
  • Shampoo per capelli (uso ridotto), alternativa ecologica in prova
  • Dentifricio

Prodotti che preparo a partire da prodotti acquistati o ingredienti semplici:

  • Pulitore universale ecologico (fatto in casa)
  • Pulitore per vetri (fatto in casa)
  • Deodorante (fatto in casa)

Ricette e idee, e note sui prodotti che uso

Pochi ingredienti permettono di preparare molti prodotti utili per la pulizia della casa o cosmetici. Principalemnte uso molti "rimedi della nonna", come bicarbonato, acido citrico, alcool, saponetta di marsiglia. Il sapone liquido per piatti è utile per pulire anche altro, e non contiene troppi ingredienti. Nell'uso cosmetico l'olio di cocco copre un ruolo importante. Ecco alcune ricette e come uso molti dei miei "nuovi prodotti":

Sapone liquido per piatti (ecologico): quello che uso è concentrato e contiene pochi semplici ingredienti. Lo uso anche per pulire il lavello e come base per il mio pulitore universale ecologico (vedi ricetta sotto). Una piccola bottiglia da mezzo litro mi dura per due o tre mesi.

pulitore fai da te, universale: 10% acido citrico, 5% sapone liquido per piatti concentrato. Sciolgiere in circa 400 ml di acqua 50 g di acido citrico, trasferire in uno spruzzino e aggiungere 25 g di detersivo alla fine. Per aggiungere il detersivo facilmente, posizionare lo spruzzino contenente l'acido citrico sciolto su una bilancia da cucina, fare la tara e aggiungere il detersivo. Aggiungere restanti 75 grammi di acqua. Non serve essere molto precisi comunque :)
Questa ricetta è molto efficace per pulire i rubinetti, il piano della cucina, la doccia, ed eventualmente delle macchie sul pavimento. Non va usato assolutamente sul marmo, e nemmeno sul legno. Può anche essere usato per rimuovere macchie di ruggine.
L'acido citrico puro ha molteplici utilizzi. Ad esempio, può essere usato direttamente nella lavatrice, tal quale, come disincrostante e ammorbidente.

Pulitore per i vetri fai da te: Alcool etilico denaturato diluito in parti uguali con acqua.

Per il WC: Uso il pulitore "fai da te". Sporadicamente tratto il calcare con dell'acido citrico puro. Verso circa 50 grammi di acido citrico in cristalli nel water, mescolando con lo scopino e lasciando agire per tutta la notte.

Saponetta di Marsiglia: la uso per lavare parti del mio corpo, per togliere macchie difficili dai vestiti, e per le mani.

Macchie difficili su superfici: Il bicarbonato puro, sfregato con una spugnetta umida, ha una blanda azione abrasiva capace di togliere macchie terribili!

Shampoo per capelli: ne sto riducendo l'uso da 2 giorni ad una frequenza di 1-2 volte la settimana. Lavarsi i capelli troppo di frequente non fa bene, dato che viene estirpato tutto il grasso che serve come protezione ai capelli. Sto sperimentando alternative fatte con farina di ceci, ad alto potere assorbente e blando detergente, e aceto, per rispettare il pH acido della cute. Io ho i capelli molto grassi, vi farò sapere come va.

Dentifricio: Ne abbiamo ridotto il consumo. Lo spazzolamento è l'elemento più importante per l'igiene dei denti; il dentifricio non fa che "lubrificare" e ridurre l'efficacia dello spazzolamento. Usiamo il dentifricio ogni tanto, per il buon sapore fresco, ma sono in cerca di un valido sostituto. L'olio di cocco ha molti effetti benefici ed ha proprietà antibatteriche e antifungine, e c'è chi lo usa in sostituzione al dentifricio; ho in programma alcune prove.

Bagnoschiuma: il sapone di Marsiglia è ugualmente efficace.

Deodorante commerciale: il deodorante commerciale non mi è mai piaciuto, spesso macchia, e l'effetto anti-traspirante può essere dannoso come anche alcuni dei suoi ingredienti. Non voglio lasciare il deodorante completamente da parte, anche se non sarebbe un prodotto poi così essenziale. Ho sperimentato delle soluzioni usando poco bicarbonato puro. E' capitato di esagerare con le quantità e provocarmi dermatiti, dopo mesi di utilizzo. Ormai sono molti mesi che sto utilizzando una ricetta più delicata fatta da olio di cocco e bicarbonato, arricchito con una goccia di olio essenziale Tea Tree. E' molto semplice da preparare: mescolo a freddo in un piccolo vasetto tre o quatto cucchiaini di olio di cocco, uno di bicarbonato, ed una goccia di olio essenziale. L'odore è molto gradevole, la pelle rimane idratata, ed è molto efficace nel contrastare l'odore del sudore. Mi trovo bene. In estate l'olio di cocco diventa liquido, ma non è u problema, basta mescolare con il dito il composto prima di applicarlo.

In conclusione, una semplificazione c'è stata, e forse la nostra vita è più sana

Come avete potuto vedere dai miei esperimenti, la lista di ingredienti per fare molti dei prodotti necessari per mantenere la casa e il proprio corpo in stato civilizzato è molto ridotta. Tutti gli ingredienti si possono reperire facilmente. Acido citrico puro, bicarbonato, aceto bianco, olio di cocco, farina di ceci servono per fare tanti prodotti a basso impatto ambientale. I saponi non li ho eliminati, ma ho scelto poche opzioni ecologiche o contenenti una breve e semplice lista di ingredienti poco dannosi, quali il sapone di marsiglia e il detersivo ecologico per piatti.

Io mi sento moralmente meglio, probabilmente la mia vita è un po' più sana rispetto a prima, sono un po' meno dipendente da multinazionali per questo tipo di prodotti, risparmio un po' di soldi, ho semplificato la lista della spesa, e ho anche più spazio in casa liberato da qualche flacone in meno...

Non voglio convincervi tutti, ma sono contenta se almeno ho messo il dubbio a qualche lettore o vi ho hato alcune idee! Questa è la mia esperienza e non è definitiva. Anzi, cerco spesso in rete esperienze di altre persone. Se trovo alternative migliori sono pronta a valutarle, sperimentarle, e se risultano buone, introdurle nella mia vita.
Se decidete di sperimentare, fatemi sapere come va; non costa quasi nulla e non è una via di "non ritorno". I prodotti del supermercato sono al momento ampiamente disponibili...

Comments