/ Cooking

Trangia 25 o 27? Come usare pentole piccolissime per cucinare per due persone

Trangia è una nota azienda svedese del settore outdoor specializzata nella produzione di fornelli ad alcool e prodotti per la cucina outdoor. Chiunque pratichi trekking, bushcraft o qualsiasi altra attività che comprenda il cucinare all'aperto conosce quasi sicuramente almeno alcuni dei suoi prodotti.

L'utilizzo sul campo dei fornelli Trangia è semplice e comodo, la costruzione è estremamente robusta, e i kit dotati di paravento chiuso assicurano un'ottima protezione dal vento, oltre a fornire una base d'appoggio per le pentole molto stabile su qualsiasi terreno (perfino innevato).

Al momento dell'acquisto di un fornello Trangia di tipo "Stormcooker" (con paravento completo) la prima scelta da fare è capire che dimensione di pentole ci serve realmente. Trangia offre due kit di pentole con rispettivo paravento in due dimensioni. La serie più piccola, quella contrassegnata dal numero 27, ha due pentole con capacità di circa 1 litro, mentre la 25, più grande, ha due pentole di 1,5 e 1,75 litri rispettivamente. Queste due serie differiscono soltanto per dimensione e peso; per il resto, ovvero il funzionamento, i materiali e gli accessori disponibili sono identici.

La serie 27 è consigliata per 1-2 persone, mentre la 25 per 3-4 persone. Leggendo in rete opinioni di utilizzatori di questi fornelli ci si rende conto che la serie 27 per due persone è veramente troppo piccola. Addirittura ci sono hikers solitari che preferiscono di gran lunga portarsi appresso la serie 25 per prepararsi da mangiare "come a casa" senza preoccuparsi che l'acqua esca dalle pentole durante la cottura.
La scelta verso un sistema 25 sembrerebbe quindi ovvia, se non fosse per questo problema:

IMG_2815

Nella foto sono messi a confronto i due sistemi Trangia e una bottiglia Nalgene da un litro.

Anche se i pezzi dei kit si compattano come una matrioska, il Trangia 25 in particolare è mostruosamente ingombrante da portare in uno zaino durante trekking autosostenuti, contando anche il resto dell'attrezzatura.
Il Trangia 27 risulta avere dimensioni decisamente più "umane" e più interessanti per attività dove l'ingombro può far la differenza.
Anche il peso della serie 27 è più contenuto (un set completo in alluminio anodizzato con due pentole e la padella pesa circa 660 grammi), 180 grammi in meno rispetto alla serie 25 a parità di composizione del kit.
Se non fosse per il volume molto ridotto delle pentole Trangia 27, il set sarebbe perfetto per due persone: circa 330 grammi a persona, un peso rispettabile per un set di queste caratteristiche, da classificare quasi tra le attrezzature "ultralight". Di fatto il piccolo volume di cottura offerto delle pentole della serie 27 fa rinunciare molti ad usare i Trangia del tutto, a fronte di un Trangia 25 che offre un volume di cottura più grande ma anche un ingombro eccessivo.

Avendo avuto esperienza con entrambi i set, posso dichiararmi in linea con quanto sembra sostenere la maggioranza. Non ho però voluto darmi del tutto per vinta, perchè son convinta dei grossi vantaggi del sistema Trangia, specialmente quando le condizioni ambientali non sono ottime. Dopo un po' di tempo di inattività del mio Trangia 27, l'ho recentemente rispolverato per cercare di preparare una pietanza con ingredienti freschi e in quantità decente per due persone, ma che non sia un classico puré liofilizzato.

Ho fatto un test preparando un piatto indiano (riso alle cipolle), che include due cipolle rosse, due pomodori medi, e due etti di riso: una buona porzione di riso con verdure per due hikers affamati! C'è stato tutto in una pentola da un litro scarso? Con qualche accorgimento, sí.

Qui potete vedere il video della "sfida":

Il trucco fondamentale sta nell'usare bene il "simmer ring". Per far bollire acqua con questo set non ci sono problemi, anche con un volume alto si può usare il fornello ad alcool senza alcun anello riduttore. Quando si cuociono pietanze, per ridurre la vivacità di ebollizione, è opportuno usare il simmer ring nella posizione completamente aperta, così:

IMG_2816

Se l'ebollizione fosse ancora troppo forte, si potrebbe ridurre ulteriormente l'intensità della fiamma andando a chiudere ancora di più l'anello riduttore. Il sistema Trangia, col suo paravento ben studiato, permette di conservare bene il calore anche con una piccola fiammella residua.

Usando per bene l'anello riduttore è possibile cucinare pasti in quantità giusta per due usando anche pentole molto piccole.
A mia conoscenza nessun alto sistema ad alcool offre una regolazione della fiamma con questa semplicità.

Se si volesse cucinare qualcosa che richedesse un alto volume d'acqua (ad esempio del liofilizato), si può metterne un po' meno all'inizio e aggiungerne altra poco per volta a mano a mano che la cottura procede. In passato ho utilizzato le stesse pentole del Trangia 27 per cucinare due etti di pasta e risotti su altri sistemi più minimali (supporti a triangolo senza paravento completo), ma usando gli stessi identici accorgimenti.

Di certo usare il sistema Trangia 25 è molto più immediato e non richiede le stesse attenzioni del 27, quando usato per due persone. Però, se bisogna risparmiare su spazio e peso senza rinunciare alle comodità di un Trangia, con i piccoli trucchi che ho descritto è possibile cucinare qualcosa per due, senza fare necessariamente porzioni "dietetiche" o rovesciare tutto il cibo sul terreno!

Buone camminate!

Nota: non sono sponsorizzata Trangia, ho pagato tutta l'attrezzatura di tasca mia da appassionata outdoor e relativa attrezzatura :)

Comments